Menu

Viaggiare i Balcani

VIAGGIARESLOW CON L’ASSOCIAZIONE VIAGGIARE I BALCANI

Lo stretto legame tra le due associazioni nasce da una comune sensibilità per il territorio e per le persone che lo rendono vivo. Collaborando insieme, Viaggiare Slow e Viaggiare i Balcani entrano con maggiore profondità e da più angolazioni nelle pieghe del paesaggio e dell’anima, della grande Storia e delle piccole storie di ciascuno. Siamo convinti che l’unione delle nostre forze ci aiuti a comprendere e a realizzare cose con attenzione, energia ed intensità del tutto particolari. La passione ed il rispetto reciproco sono chiavi di volta del nostro impegno, che negli anni si è consolidato, trasformandosi in una vivace ed autentica forma di cooperazione.


ITINERARI 2021

Dovendo ridisegnare i nostri itinerari per via della situazione sanitaria, abbiamo deciso di privilegiare quelli all’interno dei confini italiani. Temi e percorsi collegati ai Balcani e all’Europa orientale si possono infatti ritrovare anche nel nostro Paese e sono per noi motivo di grande interesse. Le proposte che ritrovate qui sotto ne sono una chiara dimostrazione.

I programmi relativi alla prima parte della stagione – la primavera – saranno definiti in dettaglio a breve. L’evolversi della situazione ci dirà quanto potremo aprirci anche ad altri itinerari nel corso dell’anno. In ogni caso vi invitiamo a consultare il nostro sito nel tempo, perché lì troverete aggiornamenti e nuove proposte. Date e programmi potranno subire modifiche che verranno prontamente messe in evidenza.

Vi aspettiamo!

 


 

 

 

 

LA PORTA DELLA MITTELEUROPA

TRAIETTORIE INSOLITE TRA FRIULI E VENEZIA GIULIA

Da sempre punto d’incontro di culture, tradizioni e lingue diverse. Qui s’intrecciano mondo latino, slavo e germanico, dando vita ad una ricca storia di successi e contrasti. Tra il mare e le Alpi, tra il sasso del Carso e la natura dolce della costa. Tra Italia e Balcani, tra Mediterraneo e Mitteleuropa.

30 MAGGIO – 2 GIUGNO 2021


 

 

 

 

L’ITALIA E I BALCANI

IL TRENTINO PLURALE: CIMBRI E MÒCHENI

Come i Balcani, anche l’Italia è ricca di piccole comunità nazionali e linguistiche. Cimbri e Mòcheni giungono in epoca medievale da Austria e Bassa Germania, per dedicarsi alla coltivazione della terra e al lavoro nelle miniere. A passeggio tra storia, cultura e tradizioni di due comunità di lingua tedesca accompagnati da una natura magnifica.

19 – 20 GIUGNO 2021 (nuove date)


 

 

 

 

L’ITALIA E I BALCANI

I GRANDI ORIZZONTI DI PIEVE TESINO

Una piccola comunità dell’Impero asburgico alla conquista del mondo: India e Perù, Amsterdam e Parigi; e poi Varsavia, Pietroburgo e Mosca. Ovunque, a piedi, per vendere stampe, dal ‘600 alla 1a Guerra Mondiale. Ascesa e declino di un paese trentino che dà alla Storia anche la figura di Alcide De Gasperi, uno dei padri dell’Europa unita che oggi comprende larga parte di quella orientale e balcanica.

9 MAGGIO 2021


 

 

 

 

MEMORIE

I CAMPI ITALIANI

6 aprile 1941. L’Italia fascista invade il Regno di Jugoslavia. Per spezzare la resistenza vengono creati campi di internamento “per civili slavi” – sloveni e croati. Uomini e donne di ogni età, famiglie e villaggi interi vengono deportati. Si vive a stento, si sopravvive – debilitati, ammalati – e si muore. Dei campi di Gonàrs e Visco, a Udine, rimangono poche tracce nella memoria degli Italiani.

1 MAGGIO 2021


 

 

 

 

WEEKEND A LUBIANA

IL CERCHIO DEL RICORDO

Capitale della Slovenia, capitale di alta cultura e architettura, capitale verde. Weekend tra passato jugoslavo e presente europeo, tra il verde dei parchi e della campagna urbana e i quartieri della città socialista.

DATE DA CONFERMARE