Menu
Appuntamenti / Bicicletta / Eventi / Itinerari / News / Viaggi

3 itinerari di primavera nel weekend

3 itinerari in bicicletta x 3 Weekend di primavera

TRIESTE E IL CARSO  15-16 MAGGIO 2021

Una città, tante culture. Tra il Neoclassico e il mare a piedi e in E-Bike.

Una città e il suo territorio, tra austere atmosfere imperiali e la sua anima schiva e “selvatica”. Un weekend in ebike e a piedi tra storie e culture diverse, tra caffè storici, castelli, boschi e osmizze.

Programma:

SABATO 15/5 (66 KM)
Dopo un breve trasferimento in motonave, il nostro tour in Ebike inizia nel cuore della città di Trieste gustando il caffè nel “salotto” della piazza dell’Unità d’Italia. Da qui, ci attende la salita sul colle di S.Giusto, attraversando il ghetto ebraico e sfilando l’antico teatro romano. Dal popolare rione di S.Giacomo raggiungiamo il percorso della ciclopedonale G.Cottur che corre su una parte del tracciato della ferrovia che dal 1887 al 1959 collegava la città a Erpelle, snodo della tratta Divaccia-Pola.
Lasciata la perifieria, attraversando la riserva della Val Rosandra, raggiungiamo la piccola frazione di Draga e poi Basovizza/ Bazovica, località simbolo dei drammi del ‘900. Scopriamo il bosco carsico attraversando piccoli paesi e frazioni di pietra sull’altopiano: Padriciano/Padriče, Rupinpiccolo/Repen, Sgonico/Zgonik, Sales/Salež S.Pelagio/Šempolaj, fino a raggiungere Sistiana.
Sosta ristoro presso una caratteristica Osmizza per gustare i prodotti e il vino del Carso. Raggiunta la costa, il nostro percorso continua lungo la strada litoranea a picco sul mare con un panorama che spazia dalla pianura friulana all’Istria. Sfilati accanto al castello di Miramare, attraversando la zona del Porto Vecchio, in fase di recupero ritorniamo al punto di partenza lungo le Rive di Trieste in tempo per l’apertitivo. Trasferimento in motonave a Muggia. Cena e pernotto in Hotel.

DOMENICA 16/5
Dopo la prima colazione, ci aspetta il piccolo viaggio in motonave nel golfo tra Muggia e Trieste per poi scoprire la città attraverso una lente speciale e per “leggere” il famoso vento di Bora. Con la nostra guida, veniamo accompagnati in un trekking urbano lungo le rive e nel cuore della città della Barcolana da un punto di vista originale. Impariamo a leggere gli indizi della presenza e del passaggio del vento: i suoi segni si vedono anche quando non soffia, ma bisogna saperli riconoscere! Oltre ai temi naturalistici non mancano curiosità, aneddoti, foto e racconti scritti dalle raffiche più forti. Pranzo libero e rientro in motonave nel primo pomeriggio a Muggia per l’ultimo caffè ed i saluti.


FRIULI ORIENTALE  1-2 MAGGIO 2021   (Rimandato – da ricollocare)

Udine – Cividale – Gorizia: Sapori della Mitteleuropa

Attraversare in bici un territorio segnato nei secoli dalla convivenza pacifica e dai conflitti tra imperi e repubbliche. Un fine settimana, da Udine a Gorizia, passando per Cividale e il Collio, tra storia, natura e geografia all’insegna della lentezza e della buona tavola.

Programma:

SABATO 1/5 (65 KM)

Dopo il caffè nell’animata Plàzze San Jacum o piazza Matteotti, partenza in bicicletta dal centro di Udine in direzione est attraversando campi e paesini con le colline della pedemontana sullo sfondo. Raggiunta Cividale del Friuli, capitale del primo ducato longobardo in Italia e terra di confine aperta da sempre alla cultura Mitteleuropea, visitiamo il centro storico raccolto attorno al Tempietto, prezioso monumento patrimonio Unesco. Lasciata Cividale ci dirigiamo verso i Colli Orientali del Friuli a ridosso del confine con la Slovenia. Il Collio è una terra di grandi vini e dai sapori ricchi, frutto di incontro tra le culture italiana e slovena. Sosta ristoro in agriturismo. Superando le dolci colline in direzione sud, raggiungiamo la zona pianeggiante del Preval, un’oasi naturalistica alle porte della città di Gorizia tra i colli e l’Isonzo. Nel pomeriggio, dalla porta della stazione Transalpina, raggiungiamo Gorizia, la “Berlino d’Italia”, per anni città divisa da un confine incombente. Nella centrale piazza della Vittoria, cuore della città, termina la nostra pedalata in tempo per l’aperitivo. Cena e pernotto in hotel.

DOMENICA 2/5

Dopo la colazione, visita della città a piedi e in bicicletta. A cavallo del confine, scopriamo le molteplici facce di una città che è essa stessa un confine, divisa da una barriera fisica per molti anni dopo il secondo conflitto mondiale. Oggi Gorizia vive un momento di svolta storica, da città ai margini delle rotte turistiche, dal carattere diffidente e riservato si prepara a divenire, insieme alla sorella di parte slovena “Capitale europea della cultura 2025”. Molti progetti fioriranno nei prossimi anni e questa città dell’estremo nordest d’Italia, conta di rivivere la centralità di un tempo. Pranzo libero, saluti e termine del tour.


DAL COLLIO ALL’ISTRIA    4-5-6 GIUGNO 2021

Bike Tour tra storie e gusti di frontiera

Un weekend in movimento esplorando due regioni complementari. Un viaggio dalle colline al mare con la città di Trieste baricentro di storie e culture. Un fine settimana inconsueto tra gusti e racconti di frontiera.

Programma:

VENERDì 4/6 

Ritrovo a Cormòns nel pomeriggio presso la struttura ricettiva per un briefing sul viaggio e un brindisi di benvenuto con la scoperta dei prodotti di eccellenza del Collio prima della cena. Pernotto in agriturismo. 

SABATO 5/6 (55 KM)

Partenza in bicicletta seguendo l’itinerario che ci porta verso meridione. Il paesaggio, modellato dalle dolci colline tapezzate a vigneti è interrotto da cittadine e frazioni dal passato ricco di testimonianze veneziane e imperiali. La città fortificata di Gradisca ne è la sintesi. Verso sud, attraversiamo la Bisiacarìa, un territorio di frontiera che si colloca all’incrocio tra due fiumi (L’Isonzo e il Timavo) in cui si parla una particolare variante autoctona del dialetto veneto, influenzata dal friulano e dalla lingua slovena.

Sosta davanti al sacrario di Redipuglia, imponente memoriale che ospita le spoglie di centomila soldati italiani caduti durante il primo conflitto mondiale sul Carso. Continuando a pedalare raggiungiamo la città di Monfalcone, per poi entrare nella provincia di Trieste, e scoprire le magiche Bocche del Timavo, il fiume carsico che  qui “risorge” dopo aver percorso 40 km nelle profondità del Carso. La strada costiera ci porta a raggiungere il famoso castello di Miramare, alle porte della città di Trieste.

Sfilando accanto agli storici magazzini del Porto Vecchio, troviamo Piazza dell’Unità d’Italia, con i suoi palazzi asburgici che guardano al mare. Breve passaggio in centro prima di imbarcarci per Muggia, ultimo lembo dell’Istria in Italia, dall’altra parte del golfo. Cena e pernotto in hotel.

DOMENICA 6/6 (70 KM)

Partendo dall’animata Piazza Marconi di Muggia, pedaliamo per lasciare alle spalle gli ultimi chilometri di strada in Italia e sconfinare in Slovenia per seguire la mitica ciclovia della Parenzana fino alla città di Capodistria (Koper). Sosta in Piazza Tito, la grande piazza nel cuore del centro storico, e poi via fino ad Isola d’Istria (Izola), antico borgo di pescatori dalla forte impronta veneta, seguendo la spettacolare ciclabile lungo il mare. Capodistria e Isola sono due città un tempo dedite alla Serenissima, vie di partenza per il prezioso sale raccolto nelle saline istriane, oggi moderni crocevia commerciali e logistici. 

Riprendiamo l’escursione attraversando la valle di Strugnano e raggiungere, dopo il lungo tunnel un tempo ferroviario, la cittadina di Portorose (Portorož), apprezzata località di villeggiatura già ai tempi dell’Impero austro-ungarico. Da qui arriviamo a Pirano (Piran), autentica perla dell’Istria slovena, con la bellissima piazza Tartini a due passi dal mare. Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro a Muggia in tempo per l’aperitivo in porto e i saluti.


 

2 Commenti

  • valeria
    25/03/2021 at 21:07

    Buonasera, immagino che con la situazione sanitaria attuale i tour subiranno delle cancellazioni. Abbiamo già una data per la Parenzana ? grazie mille

    Rispondi
    • ViaggiareSlow
      25/03/2021 at 21:35

      Valeria benvenuta! Purtroppo, causa la situazione sanitaria di incertezza, alcune uscite verranno spostate su altre date. La prossima Parenzana invece è fissata per il ponte 31 maggio – 2 giugno. Continua a seguirci, sul sito e sulla nostra pagina Facebook troverai gli aggiornamenti e le date per le prossime uscite.

      Rispondi

Leave a Reply